Il carbone attivo mostra tutta la sua efficacia nella bonifica del suolo

Aircon H - Remediation - Desotec

In un momento in cui la riconversione del brownfield si è rivelata un'alternativa altrettanto importante al taglio del greenfield, la bonifica del suolo è più importante che mai. Nel processo di eliminazione della contaminazione del suolo, il carbone attivo può svolgere un ruolo essenziale nella lotta contro l'inquinamento atmosferico e le emissioni di odori. Desotec ne ha dato prova di recente in un progetto implementato in Francia.

Prima di stabilire una nuova destinazione per i siti di ex impianti industriali, gli esperti in materia ambientale controllano la composizione del suolo, che spesso è contaminato da sostanze chimiche. Le aziende che forniscono servizi di bonifica affrontano quindi questi progetti con la necessaria cautela e collaborano con partner specializzati. Questi partner sono fondamentali, anche per eliminare sul nascere le emissioni di odori che possono generarsi durante il processo di bonifica.

Un'azienda francese è stata incaricata qualche tempo fa di bonificare il suolo di un ex sito industriale. L'analisi del suolo ha evidenziato una contaminazione dovuta prevalentemente alla presenza di trielina. Si tratta di un prodotto in passato molto usato nelle tintorie per eliminare macchie da tappeti e capi di abbigliamento. Prima di scoprire che la sostanza fosse nociva, veniva regolarmente utilizzata anche come gas anestetico.

Durante i lavori di bonifica in loco, l'azienda ha deciso di utilizzare una tendostruttura. Ma per proteggere in modo adeguato il personale sia nella tendostruttura sia nelle vicinanze, era fondamentale filtrare adeguatamente i flussi d'aria. Questo si è reso necessario dal momento che la concentrazione di trielina era superiore a 2.000 ppm, un valore nettamente superiore alle 2 ppm ammissibili per poter consentire la prosecuzione dei lavori in cantiere.

L'azienda aveva già lavorato con Desotec per trattare in modo efficace l'acqua e/o l'aria in progetti di bonifica e ancora una volta ha deciso di collaborare con noi. Dopo un'analisi approfondita si è deciso di installare due filtri Aircon H in serie. Questi filtri offrono maggiore flessibilità nel trattamento dei flussi d'aria e permettono di raggiungere un’efficienza superiore al 99,9%, sufficiente a raggiungere i valori desiderati. Un intervento assolutamente imperativo, dal momento che il sito si trova in prossimità di una zona residenziale, dove quindi non sono tollerati odori e inquinamento.

Il filtro Aircon H si è rivelato ottimale, dal momento che il sistema è facile da installare e senza alcun basamento. L’impianto allestito in array è in uso da circa un anno, funziona in modo ottimale e gestisce una portata di 18.000 m³/h.